la danza immobile

…”dove lo mette il tuo orsetto di peluche Lola?nel salotto? assolutamente no! […] Nella biblioteca? Che cazzo ci farebbe un orsetto strizzato nell’Enciclopedia Britannica? In cucina in mezzo alle pentole? Neanche parlarne… Dove allora? Il tuo orsetto, caro mio, farà la fine di tutti gli orsetti di peluche del mondo, nel suo letto”….

la notte

La notte ci piace perchè, come il ricordo, sopprime i particolari oziosi.CIT. Jorge Luis Borges

il fascino della morte

“Dal mio corpo in putrefazione cresceranno dei fiori e io sarò dentro di loro: questa è l’eternità.” Edvard Munch

ARTE

“Una sera passeggiavo per un sentiero, da una parte stava la città e sotto di me il fiordo -il sole stava tramontando- le nuvole erano tinte di un rosso sangue. Sentii un urlo attraversare la natura: mi sembrò quasi di udirlo. Dipinsi le nuvole come sangue vero. I colori stavano urlando. ” Edvard Munch

CIAULA SCOPRE LA LUNA….

“…Il buio, ove doveva essere lume, la solitudine delle cose che restavan lì con un loro aspetto cangiato e quasi irriconoscibile, quando più nessuno le vedeva, gli avevano messo in tale subbuglio l’anima smarrita, che Ciàula s’era all’improvviso lanciato in una corsa pazza, come se qualcuno lo avesse inseguito il buio totale è lo smarrimento…

mi sento pirandelliana

“… Vedo una vecchia signora, coi capelli ritinti, tutti unti non si sa di qual orribile manteca, e poi tutta goffamente imbellettata e parata d’abiti giovanili. Mi metto a ridere. “Avverto” che quella vecchia signora è il contrario di ciò che una rispettabile signora dovrebbe essere. Posso così, a prima giunta e superficialmente, arrestarmi a questa…

PPP

Senza di te tornavo, come ebbro, non più capace d’esser solo, a sera quando le stanche nuvole dileguano nel buio incerto. Mille volte son stato così solo dacché son vivo, e mille uguali sere m’hanno oscurato agli occhi l’erba, i monti le campagne, le nuvole. Solo nel giorno, e poi dentro il silenzio della fatale…